iaiaforte.it

Blog

Quando si ha bisogno di digitalizzare un’immagine bisogna ricorrere a uno scanner, un apparecchio le cui funzioni possono essere anche incorporate dalle stampanti multifunzione, ma che principalmente si trova come macchinario autonomo sul mercato in una miriade di forme, dal portatile al 3D. Lo scanner funziona come un radiografo in grado di fotografare l’immagine trasformandola in un file digitale, su cui poter effettuare modifiche con i programmi di fotoritocco o archiviare nel cloud per ‘ripescarla’ quando ci pare e piace. Se, anziché un’immagine, abbiamo a che fare con un testo scritto si può estrarne il contenuto con il software Ocr.

In ogni caso, la scansione, foto o testo che sia, restituisce il risultato fedele all’originale in forma digitalizzata. In altri termini, si tratta di una periferica, nota anche con il nome di scansionatore di immagini, da collegare al pc, dove poi confluisce il risultato della scansione. Grazie a questo utilissimo strumento si possono acquisire testi o immagini di ogni tipo. In genere lo scanner si presenta come un apparecchio rettangolare con un pianale di vetro dove posizionare il foglio oggetto della scansione o, in alternativa, l’oggetto o la diapositiva se si tratta rispettivamente di scanner 3D o modelli per scannerizzare diapositive. Il funzionamento è semplice e intuitivo, è un po’ come fare una fotocopia con la differenza che, anziché uscire dalla macchina la pagina cartacea, lo scanner fissa l’immagine o il testo traducendoli in un documento digitale nei consueti formati per foto con risoluzione in pixel, la cui qualità dipenderà dal tipo di scanner e dal fatto di essere, o meno, ad high resolution.

La modalità adottata dallo scanner è quella ottica, sfruttata anche dall’Ocr che riconosce visivamente i caratteri e li ‘legge’ estrapolandoli dalla carta per tradurli in file, senza dover riscrivere il contenuto alla tastiera. Un modo di sveltire il lavoro, soprattutto per chi lavora in ambito editoriale o nel settore del copywriting, ma utile anche a studenti e professionisti che potranno sfruttare appieno le potenzialità dello scanner sia in ambito didattico che imprenditoriale.